Abendland

Ambientato in una città di oggi che sembra sopravvissuta a una catastrofe, il film attraverso lunghi piani sequenza dipinge un universo desolato abbandonato dalla speranza, in cui ci si trascina senza meta, per forza d’inerzia. Anton è disoccupato, Leni lavora come stiratrice in una lavanderia: immersi nel buio della notte, tentano di ribellarsi alla solitudine che li affligge, incrociando la propria esistenza con quella di altri esseri umani. Due ore di deambulazioni notturne di personaggi sfigurati dalla solitudine, dalla depressione e dall’angoscia, malconci figuranti in un ambiente urbano che non concede speranze, una Berlino spettrale in attesa di un’alba che sembra portare molto dolore, ma anche una terribile ma necessaria presa di coscienza.

Post correlati

In questa sezione

FACEBOOK

TWITTER

Ultime News

Comunicati stampa

Rimaniamo in contatto

Resta aggiornato su tutte le iniziative del Pesaro Film Festival

SPONSOR

)